«La voce tua sarà molesta». Dante, una profezia dall’esilio [513-523]

  L’articolo ripercorre le vicende legate all’«impegno politico» di Dante Alighieri nella città natale, Firenze. L’ingiusto esilio e il conseguente sradicamento costituiscono la ferita profonda, al cui dolore Dante dà voce, denunciando debolezze morali e politiche che attraversano i Comuni italiani. La sua parola diviene utopia, grido di un credente umile dinanzi al Dio inafferrabile, voce molesta (Paradiso XVII, […]

Credere nel Risorto in modo adulto: cosa hanno da dirci i giovani? [489-511]

  Il contributo raccoglie gli interventi pronunciati nel tradizionale appuntamento del «Giovedì dopo le Ceneri», al quale la comunità accademica invita i presbiteri e i diaconi della Regione, per preparare insieme l’annuncio pasquale. Nell’edizione del 2021, l’evento ha preso spunto da un’affermazione contenuta nella Christus vivit: «Quando la Chiesa […] si apre a un ascolto disponibile e attento dei […]

Il kerygma della fraternità. Il martirio dei quaranta seminaristi di Buta (Burundi, 30 aprile 1997) [465-487]

  Questo breve studio vuole documentare i fatti e avviare una lettura teologica della vicenda tragica ed evangelicamente straordinaria dei quaranta seminaristi del Seminario minore di Buta (diocesi di Bururi nel Burundi meridionale), considerati «martiri della fraternità», uccisi il 30 aprile 1997 da miliziani armati per non aver voluto separarsi gli uni dagli altri per appartenenze etniche, proclamando la […]

«Non si vergogna di chiamarli fratelli» (Eb 2,11). La fraternità nel Nuovo Testamento [447-463]

  Il contributo si concentra sul senso del termine adelphos nel Nuovo Testamento. Dopo qualche breve considerazione sui papiri ellenistici, sui Settanta e sulla letteratura di Qumran, in cui si evidenzia il valore proprio e metaforico del termine, si analizza il Vangelo di Matteo, mostrando come adelphos indichi sostanzialmente il membro della comunità. In particolare, è lo stesso Risorto […]

Caino fratello di Abele [437-445]

  Caino e Abele nella storia dell’interpretazione biblica sono connessi a due archetipi principali: quello della conflittualità tra fratelli e quello della vittima innocente. Da parte sua, unicamente la figura di Caino è collegata alla dimensione del peccato e della punizione. Nel quarto capitolo della Genesi, l’unico nella Bibbia ebraica che parla dei due fratelli, l’accento batte sul fatto […]

Il concetto biblico di fratellanza come problema nelle relazioni ebraico-cristiane [427-436]

  A differenza dell’immagine irenica comune in Occidente la Torah presenta la fraternità come il luogo di un conflitto originario da cui dobbiamo prendere le distanze. Questa immagine è chiara fin dalla prima delle molte relazioni fraterne che sono descritte nel Pentateuco: quella tra Caino e Abele. Nel solco di questa interpretazione, fraternità e relazione sembrano concetti antitetici: finché […]

«La migliore politica» (FT 154). Un mondo di sorelle e fratelli generato dalla carità politica [407-425]

  L’autore si propone, partendo dalla lettura di Fratelli tutti, di comprendere quale sia il fondamento della migliore politica, necessaria per la costruzione del mondo nuovo. Questo fondamento è la carità sociale e politica. Questa a sua volta può generare il popolo (soggetto decisivo per la costruzione del bene comune), nel quale possono maturare legami di fratellanza. L’autore, infine, […]

Liberté – Égalité e poi? Che fine ha fatto la fraternità nel mondo del diritto? [393-405]

  Gli ideali espressi dal noto motto rivoluzionario non hanno ispirato leggi volte a realizzare una vera fraternité. Ciò è successo sia perché l’ideologia individualista – in cui l’io è visto isolato – ha sommerso la visione – esprimibile con il «noi» – che pensa che l’io si realizzi nelle relazioni interpersonali; sia perché è molto difficile ipotizzare comportamenti […]

Fraternità, amicizia e compassione: uno sguardo filosofico di differenza [375-392]

  L’articolo mira a rileggere l’enciclica Fratelli tutti con uno sguardo di genere e differenza, mostrando che anche le categorie apparentemente più inclusive possono nascondere ombre di potere o legittimare forme di emarginazione dei soggetti. Per salvare la fraternità dalle ipoteche fratriarcali e per garantirle rilevanza sul piano pubblico, sono particolarmente utili le filosofie femministe più critiche verso i […]

Fratelli nel limite. Sulle fonti filosofiche di Fratres omnes [353-374]

  Nell’enciclica Fratres omnes il tema della fratellanza viene sviluppato da papa Francesco, facendo riferimento a tesi filosofiche: alcune di queste sono esplicite, altre rimangono più nascoste. La più importante è quella della relazione, intesa come cura e come limite: ogni essere umano sviluppa la propria identità vivendo in relazione con gli altri. Solamente accettando il proprio limite, si […]