Uscita RTE 43 e supplemento

RTE43

È USCITO IL NUMERO 43della Rivista di Teologia dell’Evangelizzazione     il primo fascicolo dell’anno 2018, con il Supplemento che raccoglie gli ATTI DEL CORSO DI AGGIORNAMENTO TEOLOGICO PER PRESBITERI «LA GIOIA DI AMARE». Chiavi di lettura di Amoris laetitiaBologna, 7-8 giugno 2017  

Dissertazione dottorale a.a. 2016/2017 [266-267]

ARCANGELI Davide (diocesi di Rimini – Italia) Tipologia e compimento delle Scritture nel Vangelo di Giovanni. Analisi del compimento tipologico in alcuni racconti scelti del QV  Primo relatore: MARCHESELLI Maurizio – Secondo relatore: CRIMELLA MatteoDifesa 14 novembre 2017 – Qualifica: Summa cum laude[non pubblicata]  Lo studio della tipologia, saldamente ancorato nella tradizione esegetica dei padri, […]

Dissertazione dottorale a.a. 2016/2017 [265-266]

BALDASSARRI Angelo (diocesi di Bologna – Italia) Ricordare Monte Sole. Considerazioni storico-teologiche sui modi della memoria ecclesiale Primo relatore: MANDREOLI Fabrizio – Secondo relatore: TRIONFINI PaoloDifesa: 30 ottobre 2017 – Qualifica: summa cum laude[non pubblicata] La presente dissertazione è dedicata alla ricostruzione delle modalità con cui la Chiesa bolognese ha elaborato la memoria della strage di Montesole dall’immediato dopoguerra […]

Cattolicesimo e post-secolarizzazione [247-264]

Negli ultimi cinque anni sono stati pubblicati in Italia importanti studi sulla trasformazione della secolarizzazione in post-secolarismo. Nella società complessa e pluralista l’esperienza religiosa tende sempre più a configurarsi come una scelta personale o di piccoli gruppi associati, abbandonando un’appartenenza su base tradizionale. La discussione tra gli studiosi (filosofi, storici e sociologi della religione) riguarda il significato di questo processo: […]

Fecondità nella finitudine [237-246]

Con un’antologia di autori che hanno segnato la storia del pensiero filosofico antico e moderno (la maieutica socratica in Platone, Cartesio, Leibnitz, Marx, Lévinas, Heidegger) e con qualche cenno a sviluppi interessanti della sociologia contemporanea (Donati), l’autore mostra l’importanza e la potenziale fecondità della relazione, il luogo in cui si può arrivare a scoprire la verità di sé […]

L’attuale approccio giovanile alla fede e i nessi con la prospettiva vocazionale. Rilievi in vista del discernimento [199-214]

L’intervento intende indagare, in prospettiva teologico-spirituale, alcuni nessi tra fede e vocazione nel contesto giovanile che appaiono oggi sensibili e rilevanti in vista del discernimento. Dai dati di una recente indagine qualitativa si evidenzia la difficile integrazione delle mediazioni e dell’aspetto relazionale-affettivo tipici dell’esperienza di fede cristiana. L’indagine ristretta su alcuni cammini vocazionali e su due episodi qualificati evidenzia, d’altra […]

Costruire un mondo di popoli in pace, giustizia e fraternità (cf. EG 221). Il nuovo ordine globale alla luce del magistero di papa Francesco [171-198]

Le grandi crisi che attanagliano oggi l’umanità hanno bisogno di una risposta. Per trovare tale risposta occorre guardare con attenzione i fenomeni che le hanno generate, e le radici comuni che continuano ad alimentarle («vedere»). Per iniziare processi che possano guarire le crisi abbiamo bisogno di elaborare un sogno, una utopia che ci aiuti a disegnare un nuovo mondo: […]

Il metodo di Bergoglio: quali conseguenze per la pastorale e la vita della Chiesa in Italia [145-170]

L’appello alla conversione pastorale di papa Francesco giunge alla Chiesa italiana alle prese con l’innegabile restringimento del suo raggio di azione nella trasmissione della fede. Il cambiamento di epoca non trova la Chiesa impreparata grazie al paradigma della misericordia, nella sua valenza teologica, teologale ed ermeneutica. La Chiesa italiana può cogliere, a partire dalle parrocchie, la presente stagione ecclesiale come […]

Il metodo di Bergoglio: quali conseguenze per la teologia [113-143]

L’articolo considera le ricadute teologiche dell’impostazione data da Francesco al suo pontificato, che si configurano come uno sblocco teologico: non il privilegiare una specifica visione teologica ma la coesistenza costruttiva delle differenze e delle prospettive, secondo il modello del poliedro con le sue ricadute nella ecclesiologia e nell’ecumenismo. Di conseguenza viene recuperata la libertà teologica, al fine di superare le […]