Don Roberto Maletti (1878-1927) «prete sociale», vigoroso pastore e predicatore [457-477]

Figura tra le più significative del clero di Carpi, don Roberto Maletti fu uomo di azione e appartenne a pieno titolo a quella categoria di «preti sociali» che dallo scorcio del XIX secolo impegnarono la comunità cristiana non solo sul fronte dell’assistenza ai bisogni, ma anche sul fronte del lavoro, dell’organizzazione economica, della rappresentanza politica. […]

La normativa statale in materia funeraria e cimiteriale: lettura critica alla luce del Diritto canonico [429-455]

Nel presente lavoro, attraverso una lettura ragionata della legislazione nazionale attuale e in predisposizione, nonché della normativa confessionale della Chiesa cattolica, si è cercata una pedagogia della morte e dei suoi riti che accomuni Chiesa e Stato nell’affrontare l’allarmante verità della morte e la sua possibile consolante interpretazione. Tra i vari istituti esaminati dall’Autore, il […]

Lo spazio sacro come kerygma e mistagogia [353-380]

Il turismo religioso costituisce uno dei fenomeni sociali che caratterizzano la società post-secolare. Va letto come «segno dei tempi», a partire dal quale la comunità cristiana è invitata a rinnovare la sua mistagogia e soprattutto l’annuncio di fede ai lontani. Lo spazio sacro è il luogo fisico dove nasce questo nuovo modo di trasmettere la […]

Dall’insicurezza al terrore? Per una fenomenologia sociale della paura, I [329-352]

La paura è una delle emozioni sociali più forti che caratterizzano le società occidentali odierne. Nella prima parte, l’articolo ne propone alcuni differenti modelli interpretativi, attingendo dalla produzione scientifica europea più recente: la paura come espressione della instabilità del mondo moderno; oppure come denuncia delle conseguenze a cui ci si espone quando viene meno il […]

La memoria come luogo teologico nel pensiero ebraico del Novecento [303-328]

L’articolo propone una prima riflessione sul complesso tema della memoria nel pensiero ebraico novecentesco: con l’obiettivo di coglierne le tracce di quello che potremmo definire un luogo teologico. Impresa ardua, alla luce della refrattarietà che storicamente l’ebraismo ha manifestato verso il termine teologia, ma anche del gran numero di autori convocabili per tentare un percorso […]

Il De Locis Theologicis di Melchor Cano Appunti su un metodo teologico interpretato sui «tempi lunghi» [281-301]

L’articolo cerca di rileggere alcune tematiche teologiche del De locis theologicis di Melchor Cano, una tra le più importanti opere di metodologia teologica del periodo post tridentino e di mostrare come il metodo del maestro di Salamanca, una volta interpretato sui «tempi lunghi» della prima età moderna, possa risultare orientativo e ispirativo per l’oggi.  Orinetativo: […]

Alla ricerca di uno specifico della paideia cristiana, I [255-280]

Il presente articolo intende rispondere all’interrogazione relativa allo specifico contributo apportato dai cristiani allo sviluppo del concetto di paideia. In particolare si vuole verificare come i credenti abbiano accettato la sfida della frequentazione della scuola antica, luogo legato all’affermazione dei valori della paganità, perchè da parte di essi vi era la chiara consapevolezza di essere […]