L’articolo riflette sull’annuncio pasquale, considerando in particolare il problema della recezione nel contesto attuale e mettendo in luce soprattutto l’aspetto della risurrezione dei corpi in relazione alla fede nella risurrezione di Cristo. Questo punto infatti è particolarmente disatteso nella consapevolezza di fede dei nostri contemporanei, forse per la difficoltà di reperire un linguaggio adeguato. Seguendo la lettura del capitolo 15 della Prima lettera di Paolo ai Corinti, che mette a tema non solo il fatto della risurrezione dei morti, ma anche la modalità in cui essa avviene, vengono ricercati gli elementi da valorizzare per un annuncio che possa essere comunicato in un linguaggio comprensibile e recepito ancora oggi.

(autore: Mirko Montaguti)

Indice del n. 55 (1/2024)