Questo contributo considera lo spazio come specchio della vita della Chiesa, ambito indiziario del suo profilo storico. Pertanto, nello spazio si tenterà di osservare lo sviluppo dell’elemento partecipativo che tanto i precursori quanto i documenti più recenti riconoscono come dimensione costitutiva della Chiesa. Tra i precursori, si considererà particolarmente il laboratorio bolognese, nell’intento di dimostrare le ragioni che portarono l’arcidiocesi guidata da Lercaro a divenire un punto di riferimento internazionale nel cammino della riforma liturgica. Guardando ai contenuti dell’esperienza bolognese, potranno ricavarsene utili criteri per una valutazione della situazione attuale, e misurare quanto, come e se la partecipazione agli altari è maturata in una più ampia partecipazione di tutto il popolo di Dio alla vita della Chiesa e alla gestione dei suoi spazi (liturgici, pastorali e educativi).

(autore: Luigi Bartolomei)

Indice del n. 54 (2/2023)