Nel presente articolo viene trattato il tema del confronto fra le Scritture ebraiche, cristiane ed islamiche, a partire dallo stimolo del testo teatrale di Ignazio De Francesco. Anzitutto viene problematizzato il rapporto fra le tre tradizioni scritturistiche, suggerendo un approccio che eviti di considerare i testi più recenti come direttamente dipendenti dai più antichi, o di voler trattare ciascuno come un insieme isolato. Emerge così il tema dei commentari che vanno a costituire una Tradizione e diventano parte integrante del patrimonio religioso, in un rapporto intimo ed inscindibile con le Scritture stesse. Tale dinamica suggerisce di ampliare l’orizzonte dello studio, considerando non solo i dati esegetici, ma anche i fattori storici ed antropologici, arrivando ad una comprensione più ampia del senso e dell’opportunità di mettere a confronto le Scritture di diverse religioni ed i loro commenti.

(autore: Gianluca Padovan)

Indice del n. 52 (2/2022)