Il saggio tenta di ripensare la missione della Chiesa all’interno del contesto culturale occidentale. La strada percorsa, capace di evitare tanto la deriva di una missione collusa con la violenza quanto quella che la riduce a dialogo in assenza di verità, è quella del dono. Si mostra come la Chiesa nasca dal dono divino e come un primo aspetto fondamentale della sua missione consista nello stare in una reciprocità buona con il Padre-donatore, che si esplica in una reciprocità fraterna. Il dono è tuttavia ricevuto come tale solo se reso disponibile per altri, nella stessa forma. La Chiesa si scopre così in debito (Rm 1,14) nei confronti di tutti: di un annuncio, di una prassi caritativa, di una presenza nello spazio pubblico. Alla luce del paradigma del dono si può cogliere il nesso che lega tali aspetti della missione e cogliere nella forma del dono il modo in cui la missione della Chiesa risulti ancora plausibile nel contesto culturale attuale.

(autore: Roberto Repole)

Indice del n. 49 (1/2021)