Il presente contributo si apre con una triplice premessa. La prima, ecclesiologica, prende in esame l’ascolto come attitudine decisiva per la Chiesa; la seconda, antropologica, passa in rassegna alcune dinamiche dell’ascolto e alcuni suoi elementi costitutivi; la terza, cristologica, pone lo sguardo su Gesù – uomo di ascolto e di incontro – che, mentre narra l’agire di Dio, insegna all’uomo ad ascoltare e a incontrare gli altri con una modalità sempre differenziata, personalizzante, che fa nascere alla vita. L’intervento riflette quindi sul rapporto tra ascolto e vita spirituale passando in rassegna l’aspetto di «privilegio» di cui gode questo senso (per essere il senso della conversione e della relazione con il Signore), la sinergia presente nella Scrittura tra ascolto e visione/sensi e spirito (tramite una lettura, in chiave retorico-simbolica, di 1Re 19,11-13), la stretta connessione tra ascolto di sé e di Dio in noi stessi, l’ascolto come pratica trasformativa della vita spirituale.

(autore:Luciano Manicardi)

Indice del n. 42 (II/2017)