Il popolo Anyuak, che vive a cavallo del confine orientale del Sud Sudan e di quello occidentale dell’Etiopia, ha conosciuto la buona novella solo alla fine degli anni ’30 del XX secolo. L’intrepido missionario presbiteriano Donald McClure, con la famiglia, fu il primo apostolo a risiedere stabilmente tra loro. Alla fine degli anni ’40, un altro missionario, Harvey Hoekstra, anch’egli con la famiglia al seguito, si affiancò al lavoro del primo, avendo come incarico primario non l’evangelizzazione diretta, ma la traduzione del Nuovo Testamento in lingua Anyuak. Questo enorme lavoro, di fatto il primo testo scritto in quella lingua, lo impegnò per 12 anni. Gli ampi stralci tratti dalle biografie dei due missionari mostrano da vicino la bellezza e le difficoltà del lavoro missionario per il quale entrambi hanno gioiosamente portato la croce di Cristo per quasi tutta la vita.

(autore: Stefano Cenerini)

Indice del n. 39 (I/2016)