Vincenzo Saltini (1896-1961), fondatore dell’Istituto Oblati di Cristo Sacerdote nacque a Fossoli di Carpi (Modena) e morì incardinato nella diocesi di Bologna, consegnandole 6 sacerdoti e 22 seminaristi. L’ideale di «sacerdozio oblativo» perseguito prevedeva l’approfondimento dello studio e la disciplina necessaria per diventare sacerdoti secolari generosi e competenti, il soccorso pastorale alle diocesi bisognose di personale, l’insegnamento nei seminari, la pronta disponibilità alla volontà dei vescovi, l’inserimento nel presbiterio diocesano a servizio dei confratelli, la permanenza negli incarichi assegnati per il tempo indispensabile all’ordinario del luogo a provvedervi con il proprio clero. Realizzò questo progetto sostenuto dalla guida spirituale di S.E. mons. Giovanni Pranzini, vescovo di Carpi dal 1925 al 1935, di madre Maria Costanza Zauli di Bologna e di padre Pio da Pietrelcina.

(Autore: Antonio Dotti)

Indice del n.25 (I/2009)