Rapida sintesi in prospettiva storica della formazione dell’Ordo Missae e delle sue evoluzioni dal XVI al XX secolo. Si accenna al contesto storico in cui nacque e a tutti i problemi liturgici e pastorali che indussero il concilio di Trento a tentare la fissazione dell’Ordo e si presentano le conseguenze dell’irrigidimento al quale si pervenne con la promulgazione del nuovo messale e il fallito perseguimento delle intenzioni dichiarate dal concilio di Trento. Si mostra che la partecipazione attiva dei fedeli fu promossa da Pio X e che l’apporto del movimento liturgico nelle sue tre fasi fu quello di preparare alla Sacrosanctum concilium. Da ultimo si valutano le possibili conseguenze della facilitazione alla reintroduzione del vecchio Ordo. Si individua nel cambiamento continuo dell’Ordo Missae nell’azione pastorale una delle conseguenze più negative della riforma liturgica.

(Autore: Davide Righi)

Indice del n.25 (I/2009)