La nascita del Dipartimento di Storia della Teologia ha avviato una riflessione all’interno della Facoltà Teologica dell’Emilia-Romagna su come possa essere impostata la comprensione della teologia in quanto processo storico: il presente articolo raccoglie la prima elaborazione del progetto di ricerca che è scaturito da quella riflessione. Essa può essere sintetizzata nella tesi secondo cui il pensiero teologico si esprime in molti modi e pertanto non è presente soltanto nella trattatistica specialistica: in particolare, il teologico può essere rinvenuto nei linguaggi poetici dell’arte e in quelli poietici dei saperi prassistici. I presupposti epistemologici di questa tesi sono da individuare nel superamento della ormai tradizionale distinzione tra scienze della natura e scienze dello spirito e nel riconoscimento del carattere metaforico del linguaggio teologico. Il contributo si conclude con un confronto tra tale prospettiva e quella di altre Facoltà teologiche europee, in cui esistono specifici percorsi di studio e di ricerca in Storia della teologia.

(Autore: Paolo Boschini)

Indice del n.17 (I/2005)