L’A. svolge la riflessione in tre momenti. Nel primo momento coglie i vangeli come scuola di libertà evidenziandone la dimensione narrativa, invitando a leggerli con immaginazione, creatività, coraggio, così da cogliere l’umano che è in Gesù e correlarlo alla propria umanità. Nel secondo momento sottolinea alcuni pilastri fondamentali che l’accompagnatore deve tener presente per aiutare il dispiegarsi della libertà dell’accompagnato, e dunque condurlo a prendere una decisione sulla propria vita, in particolare l’attenzione alla soggettività e ai desideri e lo sviluppo del principio-realtà che passa attraverso l’ascolto di sé. Nel terzo momento prende in esame il testo evangelico di Mc 10,17-22, che presenta un itinerario esemplare di accompagnamento di una persona verso la libertà.

 

Indice del n. 37 (I/2015)