La parola di Dio, la sua natura dialogale, la sua configurazione cristocentrica, la sua centralità nella vita della Chiesa e del fedele, come pure il suo ruolo fondativo nell’esercizio della teologia, costituiscono temi permanenti della riflessione teologica di J. Ratzinger. La sua elezione alla sede di Pietro non solo non ha significato un abbandono di queste tematiche, ma, anzi, ne ha consentito una ripresa e un approfondimento pastorale, a partire dalle istanze richiamate dal concilio Vaticano II. Il presente articolo ripercorre alcune tappe di questo itinerario, con l’intento di mostrare che il solido e profondo legame fra teologia e annuncio, dogma e predicazione, contemplazione e missione, così caratterizzante la riflessione di Ratzinger, ha ininterrottamente accompagnato la riflessione del teologo e la predicazione del pontefice.

 

Indice del n. 37 (I/2015)