Il percorso dell’antropologia religiosa italiana nel XX sec. è più complesso e interessante di quanto lasci pensare lo stereotipo secondo cui l’etnologia e le scienze religionistiche soffrano nel nostro Paese di un cronico ritardo. La ricerca degli studiosi cattolici si è ben presto emancipata da presupposti apologetici e si è confrontata con gli altri orientamenti etnologico-religiosi presenti nella cultura scientifica italiana, offrendo un contributo significativo: utile soprattutto a definire i confini epistemologici e le procedure metodologiche di questa area disciplinare. Accanto a ciò, nell’ultimo trentennio si segnala un importante sforzo delle istituzioni accademiche cattoliche italiane per la diffusione del sapere antropologico-religioso.

(autore: Paolo Boschini)

Indice del n. 33 (I/2013)