Figura tra le più significative del clero di Carpi, don Roberto Maletti fu uomo di azione e appartenne a pieno titolo a quella categoria di «preti sociali» che dallo scorcio del XIX secolo impegnarono la comunità cristiana non solo sul fronte dell’assistenza ai bisogni, ma anche sul fronte del lavoro, dell’organizzazione economica, della rappresentanza politica. Il suo impegno, anche partitico (militò durevolmente e consapevolmente nel Movimento Cattolico), non tolse vigore ai suoi compiti più propriamente pastorali. A Carpi prima e a Mirandola poi, Maletti mise la sua intelligenza pratica e il suo spirito di iniziativa al servizio della Chiesa, morendo improvvisamente, a 48 anni, il 24 dicembre 1927.

(Autore: Carlo Truzzi)

Indice del n.28 (II/2010)