Il Sinodo panamazzonico: una sfida per tutta la Chiesa [415-435]

Stampa
Creato Mercoledì, 11 Dicembre 2019 Ultima modifica il Mercoledì, 11 Dicembre 2019 Data pubblicazione

 

Il presente articolo ha come obiettivo di presentare le proposte principali del Sinodo panamazzonico che verrà realizzato nel mese di ottobre 2019 a Roma. Viene individuato, come ispiratore del Sinodo, il documento di Santarém realizzato nel 1972, che vide riuniti i vescovi della regione amazzonica per indicare le future linee pastorali. Mentre negli anni ’70 si trattava di attualizzare le scelte pastorali indicate dal concilio Vaticano II e dal cammino della Chiesa latinoamericana emerse a Medellín nel 1968, il Sinodo di Roma intende porre al centro dell’attenzione ecclesiale le problematiche emergenti. Si passa, così, dal tema delicato della ministerialità e del problema dell’assenza dell’eucaristia nelle comunità di tutta l’area panamazzonica, ai problemi di ampio spessore sociale che riguardano la situazione dei popoli indigeni e la questione ecologica.

(autore: Paolo Cugini)

Indice del n. 46 (2/2019)

Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna Piazzale G. Bacchelli, 4 - 40136 Bologna (BO) - Tel (+39)051-330744 Fax (+39)051-339109
Editore:Centro Editoriale Deohoniano Via Scipione Dal Ferro, 4 - 40138 Bologna (BO)