Editoriale Rte 39 [9-10]

Stampa

Editoriale

Il 2016 sarà il 20° anno di vita di Rte. Il Comitato di redazione ha pensato di sottolineare questo momento in un modo non meramente celebrativo; stiamo a questo scopo approntando un Glossario di voci che offra una sintesi ragionata di quanto è stato pubblicato sulla rivista in questi primi 20 anni.

Il presente fascicolo di Rte è caratterizzato da alcuni fili rossi che consentono di accostarlo da più prospettive.

  • Il Vaticano II è al cuore di vari contributi. L’Articolo di G. Sgubbi prolunga la riflessione avviata con il secondo fascicolo del 2012 (Rte n. 32) sulla ricezione del concilio a 50 anni dalla sua conclusione. La Nota di D. Gianotti illustra alcuni aspetti della fase preparatoria del Vaticano II, mentre quella di S. Quacquaro tratta di un fenomeno – il movimento biblico – che ha remotamente preparato il concilio. La lettura di questa Nota sul «Gruppo del vangelo» a Bologna negli anni ’20 del secolo scorso contribuisce a una migliore comprensione del primo paragrafo dell’Intervento di M. Fini che costituisce la prolusione d’inizio dell’a.a. 2015-2016. Anche la riflessione di Fini, Lectio magistralis di congedo dall’insegnamento alla Facoltà – è di fatto sulla ricezione di una fondamentale costituzione conciliare (la Dei verbum), in una Chiesa locale – quella di Bologna – che al Vaticano II ha svolto un ruolo nient’affatto secondario. Alla conclusione della carriera accademica di Mario Fini si lega poi la «laudatio» di G. Canobbio in cui l’autore – amico e collega – intreccia biografia e produzione teologica illuminando l’una con l’altra, e viceversa.
  • Questo numero di Rte presenta poi un paio di contributi sul Medio Oriente e sul rapporto con l’Islam: l’apologetica arabo-cristiana del IX secolo (D. Righi) e il pensiero metapolitico di La Pira (F. Mandreoli). Si tratta evidentemente di due epoche storiche non paragonabili, eppure entrambi i testi – profondamente diversi come impianto – offrono suggestioni per il nostro presente.
  • P. Boschini e R. Bottazzi proseguono in un percorso già avviato in precedenza: cf. Boschini in Rte n. 36 del 2014 e Bottazzi in Rte n. 31 del 2012. Potremmo dire che si tratta di due contributi «in dialogo», rispettivamente con la filosofia del Novecento e con i movimenti pentecostali.
  • Un momento di storia della Chiesa rilevante per l’evangelizzazione è toccato da S. Cenerini che tratteggia, sulla base di documentazione inedita, il profilo di due figure di evangelizzatori degli Anyuak (Etiopia). Torniamo così a occuparci della Chiesa in Africa, dopo il recente Profilo di Christophe Munzihirwa vescovo nel Kivu (RD Congo): cf. Rte n. 38 del 2015.
  • Anche l’attenzione ecumenica connota inequivocabilmente questo numero: per il contributo di Bottazzi della Facoltà valdese, per la riflessione di Sgubbi su Unitatis redintegratio, per il profilo di evangelizzatori protestanti provenienti dalle Chiese riformate nordamericane tracciato da Cenerini.

 

Indice del n. 39 (I/2016)

Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna Piazzale G. Bacchelli, 4 - 40136 Bologna (BO) - Tel (+39)051-330744 Fax (+39)051-339109
Editore:Centro Editoriale Deohoniano Via Scipione Dal Ferro, 4 - 40138 Bologna (BO)