Home

Dissertazione dottorale a.a. 2011/2012 [439-440]

Stampa

BADIALI Federico (diocesi di Bologna – Italia)


«Vivere una doppia cittadinanza». La teologia della creazione nei quaderni de La Civiltà Cattolica

 

Primo relatore: TAGLIAFERRI Maurizio – Secondo relatore: STRUMIA Alberto
Difesa: 7 luglio 2012 – Qualifica: summa cum laude


La presente dissertazione prende in esame l'evoluzione storica del trattato De Deo creante dalla seconda metà dell'Ottocento fino a oggi, una tematica non ancora adeguatamente investigata dalla ricerca teologica, nonostante il suo grande interesse e la sua innegabile fecondità.
Per ricostruire il percorso compiuto negli ultimi centossessant'anni dalla teologia della creazione si è fatto riferimento a La Civiltà Cattolica, sia per l'autorevolezza di questa rivista, sia per la sua vocazione a vivere quella «doppia cittadinanza» che è propria della teologia della creazione, attenta tanto al depositum fidei quanto al progresso scientifico e culturale.
L'analisi degli articoli de La Civiltà Cattolica ha consentito di rilevare alcune svolte, significative sia per ragioni storiche che teologiche, sulla base delle quali la materia è stata ordinata in sei capitoli, ognuno dei quali ha come titolo un'espressione contenuta negli articoli pubblicati sulla rivista dei gesuiti nel periodo in esame: 1) «"Nulla abbiamo da aggiungere a ciò che ci ha detto Mosè". La teologia della creazione prima di Darwin»; 2) «"Oh quanto in basso è caduta la scienza moderna!". La teologia della creazione a confronto con la scienza»; 3) «"Quasi fosse tutto da rifabbricare ab imis fundamentis". La teologia della creazione durante la crisi modernista»; 4) «"Piena libertà d'indagine". La teologia della creazione nel periodo fra le due guerre»; 5) «"Santamente intransigente". La teologia della creazione dopo la Humani generis»; 6) «"Il Concilio ha tracciato una via". La teologia della creazione dal Vaticano II ad oggi».
Sono emersi altrettanti modelli di teologia della creazione, che differiscono fra loro soprattutto per il diverso approccio avuto nei confronti della Scrittura, della filosofia e della scienza (in particolare nei confronti dell'evoluzionismo).
Se, da una parte, dopo il concilio, la teologia della creazione sembrava conoscere un momento di stasi, in quanto le grandi questioni sollevate dalla modernità avevano finalmente trovato una risposta adeguata, negli ultimi decenni il pensiero postmoderno rivolge a questa disciplina nuove sfide, che richiedono un radicale ripensamento del trattato. Il De Deo creante, però, proprio in forza del cammino compiuto nell'ultimo secolo e mezzo, non arriva impreparato a tale confronto e vede aprirsi una stagione nuova, fortemente stimolante.

Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna Piazzale G. Bacchelli, 4 - 40136 Bologna (BO) - Tel (+39)051-330744 Fax (+39)051-339109
Editore:Centro Editoriale Deohoniano Via Scipione Dal Ferro, 4 - 40138 Bologna (BO)